CINEMOVIE.INFO - il Cineportale del Cinema moderno

Recensioni
Recensioni
Box Office
Box Office
Notiziario Notiziario
Trailers Trailers
Celebrità Celebrità
Frasi Celebri Frasi Celebri
Cine Specials Cine Specials
CINEMOVIE.INFO


 
 

RECENSIONE FILM L'ALBA DEI MORTI VIVENTI DAWN OF THE DEAD

L'Alba dei Morti ViventiANNO: U.S.A. 2004

GENERE: Horror

REGIA: Zack Snyder

CAST: Sarah Polley, Ving Rhames, Jake Weber, Mekhi Phifer, Ty Burrell, Michael Kelly, Lindy Booth, Kevin Zegers, Matt Austin, Boyd Banks, Jayne Eastwood, Ken Foree, Matt Frewer, Hannah Lochner, Nicholas Marino, Kim Poirier, Tim Post, R.d. Reid, Scott H. Reiniger, Tom Savini.

DURATA: 97 '

TRAMA: Remake del classico horror apocalittico L'Alba dei Morti Viventi (Zombi) di George Romero - Un'inspiegabile epidemia ha decimato la popolazione mondiale eppure...i morti non sono morti. Sono diventati Zombie, destinati a trascinarsi per l'eternità alla ricerca della carne e del sangue dei pochi superstiti con cui sfamarsi. Alcuni disperati sopravvissuti di una cittadina del Wisconsin cercano rifugio in un grande centro commerciale: dovranno imparare non solo a difendersi dalle sempre più nutrite schiere di zombie, ma anche a coabitare in una situazione critica e ai limiti della sopravvivenza. Sigillati e protetti dal mondo esterno, useranno tutte le risorse a loro disposizione nella lotta disperata per rimanere vivi ed umani...

CRITICA a cura di Gianvincenzo Morabito: In principio fu La Notte dei Morti Viventi (1968), seguito da Zombie (1978) e concludendo con Il Giorno dei Morti Viventi (1985), una trilogia firmata da George Romero, regista "impegnato" che si cimentò nella realizzazione di un trittico cult del cinema Horror. A ventisei anni di distanza da quel mondo popolato da cadaveri ambulanti e affamati, Zack Snyder, cineasta proveniente dal mondo della pubblicità e dei videoclip si è messo in discussione girando il remake di Zombi, risvegliando l'orda di Non-Morti ne L'Alba dei morti viventi. Un lavoro non facile l'adattamento della sceneggiatura originale del film ma ben riuscito grazie al supporto creativo di James Gunn, già sceneggiatore e curatore delle musiche di "Scooby Doo 1 & 2", che insieme a Snyder ha permesso la realizzazione di un ottimo remake. Alcune delle caratteristiche che vengono subito alla luce sottolineando la differenza dal titolo originale è senza dubbio la dinamicità dei non morti, molto più rapidi, aggressivi, affamati e agili rispetto ai predecessori che camminavano "zombizzati" su e giù per il pianeta, una innovazione che troviamo analogamente in "28 Giorni dopo" di D. Boyle, ulteriori elementi comuni con il film di Boyle sono il trucco, usato similmente per i non morti e infetti, e la stessa radice comune proveniente dal videogame che aggiunge al film quel valore in più attualizzando il remake e non rendendolo una blanda copia senza anima ma trasformandolo in una attenta opera di adattamento alla contemporaneità conservando il valore del passato. Quello che è andato perduto rispetto all'originale è la forte denuncia voluta da Romero contro il consumismo e la mercificazione selvaggia, i cosiddetti Mall (centri commerciali) dove si svolge la maggior parte del film, che Snyder non ha voluto sottolineare fortemente a livello della sceneggiatura, inserendo comunque una divertente atmosfera gore/ludica che dona un tocco tutto particolare; molto belle le scene dei titoli di testa e coda che racchiudono a mio avviso un ottimo prodotto cinematografico. Gianvincenzo Morabito
VOTO:

Disclaimer | © 2001-2006 CINEMOVIE.INFO | Web Design: © 2006 MARCLAUDE