CINEMOVIE.INFO - il Cineportale del Cinema moderno

Recensioni
Recensioni
Box Office
Box Office
Notiziario Notiziario
Trailers Trailers
Celebrit Celebrità
Frasi Celebri Frasi Celebri
Cine Specials Cine Specials
CINEMOVIE.INFO


RECENSIONE FILM SYRIANA

SYRIANACRITICA a cura di Valeria Dagianti: Un mondo il cui il petrolio è considerato il bene più prezioso. Un mondo in cui l’America continua indisturbata il suo dominio. Un mondo in cui è sempre più difficile riconoscere i buoni dai cattivi, e dove nessuno è realmente al sicuro. Un mondo che tutti vorremmo immaginare come irreale, che vorremmo poter vedere solo al cinema.

Ed è proprio tramite un film di Stephen Gaghan, Syriana, che questo mondo tanto temuto, e apparentemente così lontano, ci appare con tutta la sua brutalità.
Un film orchestrato magicamente, capace di farci essere simultaneamente a Washington, Teheran, Ginevra, Dubai e Dallas.
Tante storie che si muovono intorno a questioni petrolifere, America e Cina, intrighi e spie, Texas e Golfo.
Tante persone, che finiscono quasi per combaciare, senza mai modificarsi o toccarsi, rivelando piani spietati ed angoscianti.

Piccole individualità quali Bryan Woodman (Matt Demon), brooker a Ginevra che si ritrova ad abbandonare moglie e figlio per perorare la causa di un principe arabo, progressista che vorrebbe costruire una democrazia nel suo paese.
Come anche la figura di un giovane pakistano che una volta perso il lavoro ed il permesso di soggiorno, si avvicinerà all’islamismo e successivamente al fanatismo religioso.

Non da meno la figura dell’agente Bob Barnes (un George Clooney barbuto ed ingrassato per la parte) incaricato dalla CIA di assassinare lo stesso principe, aiutato da Matt Damon, considerato troppo rivoluzionario per i suoi ideali democratici.
Una storia che non manca di stupire. Grazie anche ad una trama avvincente, a volte quasi troppo complessa nella sua totalità; ma lo spettatore non è tenuto a comprenderla fino in fondo, è invece obbligato a lasciarsi circondare dai tanti intrecci ed interrogativi che percorrono tutto il film, destinati ad albergare nelle nostre menti anche dopo i titoli di coda
. Valeria Dagianti
VOTO:

 
 

Disclaimer | 2001-2008 CINEMOVIE.INFO | Web Design: 2008 MARCLAUDE